Rondò veneziano
Odissea veneziana
Colombina
Arabesco
Sinfonia per un addio
Serenissima
Fantasia veneziana
Casanova
Chimere
Concerto
Seduzione
Musica fantasia

Stile


È alquanto difficile collocare questo tipo di genere musicale nell’immenso panorama delle categorie contemporanee. Una definizione che più potrebbe calzare è di pop-classico anche se talvolta si tende a definirlo folk/pop o addirittura New Age.

Secondo Massimo Morini, i brani del Rondò Veneziano nella cultura popolare hanno «cambiato il modo di concepire la classica, fondendola al pop». Gian Piero Reverberi, in un’intervista al Corriere della Sera, definisce i Rondò Veneziano «un genere classico non impegnativo e una musica leggera non superficiale. Avvicina i due mondi ed è apprezzato da un pubblico molto eterogeneo. Siamo seguiti, fatte le debite proporzioni stilistiche e compositive, con lo stesso spirito con il quale viene ascoltato il Concerto di Capodanno da Vienna: una musica per tutti». Sempre secondo Reverberi il gruppo non appartiene al genere rock progressivo italiano, il quale era già in declino nei primi anni Ottanta… La dinamica a terrazze è alla base di molti brani dei Rondò Veneziano. Essa è resa, come nel XVIII secolo, attraverso la sola strumentazione: il “piano” facendo suonare pochi strumenti, il “forte” coincide con l’intera orchestra…