CONI Piemonte

Premiazione CONI 2018

Giada Russo

Premiazione 2018 – CONI PIEMONTE

Giovedì 1 marzo, alla presenza di tutte le più alte cariche dello sport piemontese oltre che autorità politiche, si è svolta la cerimonia di inaugurazione dell’anno sportivo Piemontese 2018. E’ stata organizzata dal Coni Piemonte al Teatro Regio di Torino, accompagnata dalla musica del Quartetto Effe e dalla splendida voce recitante di Francesca Pasino.

Ospite speciale, il presidente del CONI nazionale Giovanni Malagò, che non ha mancato di
lodare le iniziative sportive di tutto il territorio Piemontese. Ha inoltre ricordato i buoni risultati ottenuti alle recenti Olimpiadi invernali disputatesi in Corea, nelle quali è stata protagonista una delle atlete premiate, con il titolo di atleta dell’anno, la pattinatrice Giada Russo, futura erede di Carolina Kostner.

Il premio di “Sportivo dell’anno” è stato assegnato a Giuseppe Marotta, Direttore generale e amministratore delegato Juventus FC. A fare gli onori di casa il Presidente del Coni Piemonte, Gianfranco Porqueddu, che di fronte ad una platea numerosa e qualificata ha tracciato il bilancio della proficua attività del CONI Piemonte del 2017, dove vi sono state eccellenze che hanno ottenuto successi in campo nazionale ed internazionale.
Ecco cosa la Segreteria di Presidenza del Comitato Regionale Piemonte del CONI ha espresso sull’evento da poco passato, e in particolare, parlando dell’esibizione del Quartetto Effe:
“…..Quest’anno ad accompagnare il cerimoniale di premiazione è intervenuto il Quartetto Effe, quattro musiciste che con professionalità, eleganza e competenza, hanno arricchito la manifestazione ed allietato il prestigioso parterre presente in sala”.

“Sono molto soddisfatto della scelta” dichiara il Presidente del CONI Piemonte Gianfranco Porqueddu, “la perfetta sincronia immediatamente trovata con lo staff organizzativo e il puntuale rispetto alla programmazione prevista, ci ha permesso di arricchire questa importante cerimonia riscontrando grande soddisfazione da parte delle autorità intervenute”.

35